La Riabilitazione neuromuscoloscheletrica dell'arto inferiore: un corso al San Camillo

2019-12-03
La Riabilitazione neuromuscoloscheletrica dell'arto inferiore: un corso al San Camillo

Venerdì 6 dicembre comincia al San Camillo il corso “Riabilitazione neuromuscoloscheletrica dell'arto inferiore”, rivolto a fisioterapisti. Articolato su tre appuntamenti, ognuno di due giorni ciascuno, intende approfondire le tematiche legate alla riabilitazione dell’arto inferiore per migliorare le capacità di valutazione dei problemi e il conseguente trattamento riabilitativo in patologie di frequente riscontro nella pratica clinica in ambito sportivo, e non (patologia degenerativa, traumatica e da overuse). Si comincia venerdì 6 e sabato 7 rivolgendo l'attenzione a piede e caviglia. Venerdì 7 e sabato 8 febbraio sarà la volta del ginocchio mentre sabato 7 e domenica 8 si chiuderà con anca e pelvi.

Lo scopo delle lezioni è quello di comprendere i meccanismi alla base delle lesioni legamentose delle articolazioni dell'arto inferiore attraverso un'analisi delle scienze di base e dei meccanismi alla base delle principali disfunzioni dell’arto inferiore. Inoltre si affinerà il ragionamento clinico affrontando le diverse fasi della valutazione fisioterapica dell'arto inferiore e si cercheranno in letteratura gli studi sulla validità/affidabilità degli elementi della valutazione e le prove di efficacia dei vari interventi riabilitativi per una pratica basata sulle migliori evidenze disponibili. Infine verranno praticate alcune tecniche di bendaggio, si imparerà a eseguire correttamente i test clinici e le misurazioni e sarà diversificato l’esercizio terapeutico in relazione agli obiettivi delle varie fasi del trattamento.

 

Mercoledì 4 marzo nuovo appuntamento con Update for lunch. L'incontro che ha per tema “Drive for Life" e si terrà dalle 12 alle 13 nella sala convegni del Presidio San Camillo

Racconta il dottor Martini: "Colpisce 10 italiani su 100, spesso si vergognano di affrontarla. Al San Camillo lavoriamo in équipe nel centro fisiatrico, individuando percorsi riabilitativi personali"

Viene ideato un differente approccio riabilitativo, con l'introduzione di nuove tecnologie. Il contest premia chi riceve più preferenze: dove e come votare per il nostro Presidio Sanitario