La Manipolazione della fascia: approccio innovativo nel trattamento delle disfunzioni e dei dolori

2020-01-08
La Manipolazione della fascia: approccio innovativo nel trattamento delle disfunzioni e dei dolori

La Manipolazione della fascia, nasce dagli studi e dalla pratica trentennale del fisioterapista Luigi Stecco, che ha elaborato un approccio innovativo nel trattamento delle disfunzioni e dei dolori a carico dell’apparato locomotore. In anatomia si osserva come il tessuto connettivo denso, denominato “fascia corporis”, sia una struttura senza soluzione di continuità che non solo ricopre e penetra i singoli muscoli, ma pure offre loro inserzione, collegando insieme fibre appartenenti a muscoli differenti ma che funzionalmente agiscono all’unisono nel movimento segmentario e globale. L’elemento fasciale si presenta come il tensore e coordinatore dell’azione di questi vettori muscolari nella loro azione sui tre piani dello spazio. Vettori muscolari e fascia realizzano le unità funzionali del nostro apparato locomotore: le unità miofasciali. Fattori interni o esterni, meccanici o chimici, sono in grado di incidere sulla normale omeostasi fasciale stimolando il tessuto connettivo stesso a una reazione protettiva di ispessimento e sovrapposizione delle proprie fibre collagene. Questa alterazione della struttura fasciale incide sulla normale coordinazione muscolare procurando nel tempo un derangement articolare che sarà la conseguenza finale lamentata dal paziente.

A questo proposito il San Camillo Torino, nell'ambito dell'offerta di formazione avanzata, ha organizzato il corso Manipolazione della fascia 1° e 2° livello, il cui primo appuntamento è programmato dal 24 al 26 gennaio. Lo scopo è far sì che il fisioterapista, dopo aver verificato il movimento doloroso riferito dal paziente e palpata la presenza di alterazioni tessutali in aree specifiche (definite centri di coordinazione), sia in grado di risalire alla zona di tessuto da trattare. L’intervento manipolativo, mirato a uno o più punti precisi del corpo, è in grado di restituire alla Fascia la giusta elasticità e scorrevolezza, e permette a fisioterapista e paziente di valutare immediatamente, alla fine della singola seduta, il risultato del lavoro.

 

Scarica la brochure

Viene ideato un differente approccio riabilitativo, con l'introduzione di nuove tecnologie. Il contest premia chi riceve più preferenze: dove e come votare per il nostro Presidio Sanitario

Sabato 15 febbraio, con inizio alle 16.30, terzo appuntamento con "Musica in ospedale", la rassegna di concerti organizzata dall'associazione Musica e Cura in collaborazione con il Presidio Sanitario

L'attività di formazione avanzata è uno dei tratti distintivi dell'attività del Presidio Sanitario: dai corsi incentrati sulla riabilitazione a quelli dedicati alla neurologia nell'età evolutiva