Giornata mondiale senza tabacco

2023-05-31
Giornata mondiale senza tabacco

Come ogni anno, il 31 maggio è la Giornata mondiale senza tabacco (World NO Tobacco Day) promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che quest'anno porta l’attenzione sul fatto che serve… più cibo, non più fumo. Un attacco diretto all’industria del fumo, che ostacola la conversione delle aree agricole destinate alla coltivazione di tabacco, con una campagna che porta ancora una volta l’attenzione sull’impatto ambientale del tabacco sul pianeta. L’approccio “verde” ovviamente prende il via dalla consapevolezza dei notevolissimi danni per la salute causati dal fumo.

 

Il Presidio Sanitario San Camillo è all'avanguardia nella cura delle persone che sono colpite da ictus, uno dei rischi più gravi che corrono i fumatori. Un lavoro di équipe tra i vari servizi presenti nella struttura che affrontano le conseguenze di tale patologia: Fisioterapia, Logopedia, Terapia occupazionale, Neuropsicologia e Psicologia clinica. Ma il primo passo resta sempre la prevenzione, e quindi l'abbandono del fumo. Dopo anni di calo costante, forse anche complice la difficile situazione di stress causata dalla pandemia Covid-19, nel 2022 si è registrato un aumento nella percentuale dei fumatori: l’invito che si fa oggi è di astenersi dal fumo per almeno 24 ore e di fare una riflessione seria e profonda sui gravi rischi che comporta questa dannosa abitudine.

 

Quali sono i rischi per chi fuma?

Tumori
Si ritiene che il fumo sia responsabile in Italia del 91% di tutte le morti per cancro al polmone negli uomini e del 55% nelle donne e di un aumento considerevole del rischio di cancro a vescica, fegato, laringe, esofago e pancreas.

Manifestazioni broncopolmonari
Sono molte le patologie polmonari causate dal fumo: dalla bronchite cronica all’enfisema (allargamento degli alveoli polmonari con distruzione delle pareti), dagli episodi asmatici a infezioni respiratorie ricorrenti.

Cardiopatie e malattie coronariche
Il fumo è la causa principale di infarto e patologie coronariche in uomini e donne e si associa ad un aumentato rischio di morte improvvisa e di mortalità in occasione di operazioni chirurgiche per pazienti con by pass coronarico.

Danni alla circolazione sanguigna
Il fumo di sigaretta ha un ruolo di rilievo nell’arteriosclerosi delle coronarie e di tutte le altre arterie. Questo può provocare numerosi eventi estremi, come l’ictus o l’aneurisma aortico, e ha un impatto sulla sessualità maschile.

Relazione tra fumo e demenza
Studi recenti permettono di ipotizzare che il restringimento e indurimento delle arterie, compromettendo l'apporto di ossigeno al cervello, può comportare nei soggetti fumatori un maggiore deterioramento delle funzioni cerebrali con declino mentale.

Fonte: Ministero della Salute - Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria (Danni derivati dall’uso del tabacco - 2018)
Immagine: World Health Organization - World No Tobacco Day Campaign 2023

Prenotazione prestazioni private

In questa sezione potete richiedere la prenotazione per una prestazione ambulatoriale privata...

Convenzioni

Il Presidio Sanitario San Camillo è convenzionato con assicurazioni, fondi e casse integrative per l'erogazione...

21 giugno 2024
Come il fisioterapista affronta i disturbi dell'equilibrio?

Un approccio multidisciplinare combina diversi esercizi di riabilitazione per il recupero del controllo funzionale.

17 giugno 2024
Chi soffre di osteoporosi è più facilmente soggetto a fratture

I suggerimenti dell’esperto per ridurre i rischi in casa per gli anziani.

15 giugno 2024
Giornata internazionale per la consapevolezza degli abusi sugli anziani

Una questione sociale che riguarda i diritti umani di milioni di anziani in tutto il mondo: approfondiamo alcune delle patologie specifiche della terza età.