Bilancio sociale 2018 sui dati 2017: intervista al Direttore generale Marco Salza

2018-10-31
Bilancio sociale 2018 sui dati 2017: intervista al Direttore generale Marco Salza

Marco Salza è il direttore generale del Presidio Sanitario San Camillo Torino dal 2012. 

Che significato ha per il Presidio la presentazione del Bilancio sociale?
«È un appuntamento che racconta l’evoluzione e la crescita del nostro ospedale. Nasce dal nostro desiderio di comunicazione, confronto, trasparenza, verifica e impegno. Non a caso, siamo stati tra i primi a scegliere una politica di questo genere».

È importante anche per chi lavora nel Presidio.
«Sì, il Bilancio Sociale non è solo un atto formale o accademico, ma vuole essere lo strumento che aiuta la struttura a far sì che all’interno dell’ente si sviluppi una cultura, un insieme di valori di cui essere sempre più consapevoli, in modo da  rivisitarli, discuterli e renderli adeguati».

Quale approccio è stato scelto?
«In questa edizione abbiamo confermato la volontà di non limitarci soltanto a un’arida elencazione di attività svolte, ma anche a pagine che permettano di esprimersi ai dipendenti, alle associazioni e ai diversi stakeholder che sono in relazione con il Presidio».

Come l'anno scorso nel Bilancio si dà particolare spazio agli “intangibili”…
«Sì, abbiamo inserito nuovi dati e approfondimenti che permettono di ampliare ulteriormente la lettura della nostra realtà anche in merito a valori meno evidenti ma molto importanti perché rivolti al miglioramento delle condizioni lavorative dei dipendenti e delle cure dei pazienti».

Nella sua lettera introduttiva cita Ernest A. Codman, fondatore all'inizio del Novecento dell'American College of Surgeons e dell'Hospital Standardization Program…
«Sì, perché ritengo quanto mai attuali certe sue affermazioni che all'epoca erano definite eccentriche. Per esempio, quando sosteneva che gli ospedali per migliorare devono dichiarare i loro risultati, i punti forti e quelli deboli, confrontarsi con le altre strutture, assegnare i casi agli operatori per ragioni migliori che anzianità, calendario o convenienze di tempo, pubblicizzare successi ma anche errori per consentire al pubblico di interagire quando necessario, gratificare il personale sulla base del suo operato e di ciò che fa per i pazienti».

Degenza

Il Presidio sanitario San Camillo, in qualità di ospedale specializzato in Recupero e rieducazione funzionale...

Day Hospital

La degenza a ciclo diurno presso il Presidio sanitario San Camillo consiste in un ricovero programmato...

Prenotazione prestazioni private

In questa sezione potete richiedere la prenotazione per una prestazione ambulatoriale privata...

Convenzioni

Il Presidio Sanitario San Camillo è convenzionato con assicurazioni, fondi e casse integrative per l'erogazione...

La caduta è la prima causa di un incidente domestico e gli anziani sono la categoria maggiormente a rischio. Il Presidio ha redatto un opuscolo con cui affrontare tale problematica

Al momento del ricovero un operatore professionale si occupa di fornire tutte le informazioni necessarie. Le precauzioni che devono prendere i parenti in visita ai loro cari

Occorre prendere una serie di utili precauzioni, a partire dalla calzature da indossare fino all'allestimento del bagno. Di notte tenere gli oggetti vicini e non lasciare oggetti per terra